Per la coppia

terapia-di-coppia-prato

Le problematiche di coppia sono oggi molto frequenti e spesso motivo di conflitto anche violento; senza contare le ripercussioni negative che tali problematiche possono avere sui figli e sulla loro crescita emotiva.

L'aspetto più preoccupante, tuttavia, non è la presenza di una certa conflittualità all'interno della coppia; è l'incapacità di riuscire a gestire il conflitto e l'escalation emotiva che spesso il conflitto determina. 
Sappiamo tutti, per esperienza, che spesso situazioni e accadimenti banali possono andare a toccare certe sensibilità della persona, provocando reazioni esagerate alle quali l'altra persona risponde con toni ancor più accesi, gettando benzina sul fuoco e inasprendo il conflitto fino ad arrivare a comportamenti aggressivi e violenti. Piccole cose, apparentemente insignificanti, possono quindi dar vita a grandi problemi e creare fratture spesso irreparabili.

Un ulteriore motivo di contrasto e di difficoltà all'interno della coppia è rappresentato dalle dinamiche basate sul potere, sulla manipolazione e sul controllo dell'altro.  

Il buon funzionamento di una coppia si basa infatti sull'integrazione delle diverse personalità e sull'equilibrio tra di esse; quando una persona, pur inconsciamente, cerca invece di condizionare il comportamento dell'altra utilizzando leve emotive quali il senso di colpa, il senso d'inadeguatezza o minacciandola con la perdita dell'affetto se non fa quello che lei vorrebbe, si crea uno squilibrio interno alla coppia che influenza negativamente la stabilità del rapporto e logora il legame affettivo. 

Di questo passo, o la coppia finisce per "scoppiare" e va verso la separazione - che spesso e volentieri diventa una vera e propria "guerra" di nervi dalla quale entrambi i contendenti escono sconfitti - oppure, in nome del "quieto vivere" e del mantenere in piedi la coppia ad ogni costo, uno dei due accetta di continuare a subire le manipolazioni e le prevaricazioni dell'altro, rinunciando totalmente a se stesso e alle proprie aspirazioni. Tutto questo porta la persona verso l'insoddisfazione, la rabbia e la depressione.

Nel mio lavoro cerco di aiutare le coppie a gestire meglio le emozioni, spesso intense e negative, che scaturiscono dai conflitti interpersonali.

In più, ritengo fondamentale sviluppare la capacità di reciproca comprensione: solo imparando a comprendere l'altro, chi è, cosa pensa e quali sono i suoi veri bisogni possiamo davvero rispettarlo e amarlo nella sua individualità, senza volerlo controllare o plasmare a propria immagine.