Come lavoro

trattamento-per-disagio-e-sofferenza-psicologica
Sono convinto che le cause di ogni forma di disagio, di difficoltà e di sofferenza psicologica siano da ricercare nella nostra storia personale, in ciò che abbiamo vissuto e nell'educazione che abbiamo ricevuto, che ci ha portati ad essere ciò che oggi siamo, plasmando il nostro modo di pensare, i nostri atteggiamenti mentali e le nostre convinzioni. Al punto tale che spesso ci ritroviamo a vivere una vita che non è nostra, basata su valori e cose che non ci appartengono, che ci fa sentire prigionieri di noi stessi e delle circostanze esterne; in tale situazione, il sintomo e la sofferenza psicologica vogliono appunto comunicarci che c'è qualcosa di noi che non stiamo vivendo, qualche aspetto che non sta più funzionando in noi stessi e nella nostra vita e che è giunto il momento per cambiare. 

Nel mio lavoro cerco di aiutare la persona ad aiutarsi, a recuperare il contatto con se stessa e con la propria saggezza interiore, sostenendone la motivazione al cambiamento e rafforzando la fiducia e la convinzione rispetto al fatto che ha in sé la forza e la capacità necessarie per cambiare in meglio se stessa e la propria vita. Perché soffro? Perché non riesco a...? Qual è il senso della mia vita e di ciò che mi accade? Chi sono? Cosa voglio...e come posso ottenerlo? Questi sono gli interrogativi ai quali provo a dare risposta assieme alla persona. Per fare questo, cerco prima di tutto di promuovere un percorso d'introspezione e di auto-consapevolezza, che aiuti la persona a comprendere le radici del suo problema e i blocchi psicologici che gli impediscono di raggiungere il benessere, il successo e i propri obiettivi d'auto-realizzazione. 

La comprensione di sé rappresenta la base su cui poter avviare un processo di cambiamento che porterà la persona a riprendere in mano le redini e la responsabilità di se stessa e della propria vita, modificando il proprio modo di pensare e liberandosi dai condizionamenti del passato. A tale scopo utilizzo, oltre al colloquio, anche le affermazioni e le tecniche di meditazione e di visualizzazione mentale creativa. 
Cosa sono le affermazioni? Sono semplicemente dei pensieri, delle frasi, che tutti noi, più o meno consapevolmente ci ripetiamo sotto forma di dialogo interiore. Esse esprimono le nostre convinzioni più profonde su noi stessi e sulla vita; in tal senso sono un pò come degli "ordini", delle indicazioni operative che continuamente diamo al nostro subconscio e che, senza rendercene conto, condizionano il nostro stato di salute e le nostre circostanze esterne.
Attraverso una riformulazione delle affermazioni e una corretta gestione dei pensieri è quindi possibile riprogrammare il nostro subconscio nella direzione desiderata. 

La meditazione e le visualizzazioni sono invece delle tecniche immaginative attraverso le quali si stimola la persona a creare o evocare immagini mentali a cui è collegata una forte componente emotiva positiva, che produce un effetto "terapeutico". 
In virtù della loro componente emotiva, le immagini mentali sono infatti ancor più potenti dei pensieri nel condizionare ciò che ci accade. Esse hanno un impatto immediato su di noi e sul nostro stato d'animo; basti pensare al fatto che ricordare (re-immaginare) una situazione o un'esperienza traumatica del nostro passato è sufficiente a scatenare in noi le stesse reazioni negative che abbiamo sperimentato in quell'occasione lontana nel tempo! 
Le tecniche di meditazione ci consentono anche di avere una panoramica più chiara su noi stessi e sulla nostra vita, entrando in contatto con una dimensione spirituale e creativa che va al di là dei limiti del corpo fisico e sperimentando un senso d'appartenenza, d'unità e di collegamento con tutto ciò che ci circonda.