Per il singolo

psicoterapia-prato

Come singoli individui, lo scopo principale della nostra vita è quello di esprimere e manifestare appieno tutte le nostre capacità, attitudini e potenzialità interiori. 
Detto più semplicemente, dobbiamo essere e diventare ciò che siamo. Ciò significa che ognuno di noi, per essere felice e sentirsi soddisfatto di sé e della propria vita, deve seguire il proprio destino.

Se però ci lasciamo condizionare dalle circostanze esterne, dalle paure o dalle esperienze negative al punto da perdere di vista noi stessi, allora iniziamo a sentirci insoddisfatti, demotivati e delusi, e tutto questo si manifesta, prima o poi, sotto forma di disagio e di malattia, a livello fisico o psicologico.
Spesso confondiamo questo atteggiamento di cura e amore verso se stessi con l'egoismo e l'insensibilità verso gli altri: niente di più sbagliato, poiché non possiamo dare agli altri ciò che non abbiamo nemmeno per noi stessi, sia a livello materiale che in termini di qualità o atteggiamenti psicologici.

Possiamo dare e comprendere gli altri solo nella misura in cui diamo e riusciamo a comprendere prima noi stessi. Inoltre, solo attraverso il nostro cambiamento personale possiamo pensare di cambiare e modificare in meglio le nostre circostanze esterne.
Questo è il motivo per cui credo fermamente che il lavoro psicologico su noi stessi sia determinante non solo per risolvere certe problematiche personali, ma anche per migliorare i rapporti con gli altri e la propria vita in generale. 

Il mio intervento professionale si rivolge a tutti coloro che desiderano recuperare il benessere psico-fisico, imparare a gestire al meglio le relazioni con gli altri o, più semplicemente, affrontare e superare un momento di difficoltà e di crisi, sia nella vita privata che sul lavoro. 

Tutti possono accedere e trarre giovamento da un lavoro psicologico: l'unica condizione davvero necessaria è la voglia e la motivazione ad affrontare un percorso di crescita e di cambiamento personale, che, naturalmente, comporta il mettere in discussione se stessi, i propri atteggiamenti e le proprie convinzioni.